Ecocase

Case ecologiche

struttura-in-legno-e-biomattone

IL LEGNO AL POSTO DEL CALCESTRUZZO.

 

La tecnologia che avanza. Oggi Parisi Group è in grado di realizzare case riciclabili al 95%: proprio così! Via il calcestruzzo o i conglomerati di cemento, inquinanti e soggetti all’erosione degli agenti atmosferici, soprattutto all’acqua.

Oggi le eco case sono costruite in legno, canapa e calce idraulica. Vediamo nei dettagli.

Sopra il basamento sorretto dalle fondamenta in cemento armato, si erge la struttura dell’edificio (pilastri e solai) realizzati in legno lamellare di abete, lo stesso utilizzato nelle baite di montagna. Le strutture lignee hanno il grande vantaggio di essere molto flessibili e quindi meno soggette, di quelle in ferro e calcestruzzo, alle sollecitazioni telluriche. Non sono case che nascono antisismiche, poiché la normativa su questo genere di edifici prevede una serie di accorgimenti che possono comunque essere implementati. In sostanza, tra una casa in legno e una in ferro e calcestruzzo, cadrebbe prima quella in calcestruzzo!

Altro elemento fondamentale che fa la differenza è il peso della struttura. Le case costruite in legno sono notevolmente più leggere (è facile constatarlo) rispetto a quelle in ferro e calcestruzzo. Ne consegue che le fondamenta potranno essere meno massicce e gli scavi meno invasivi, con un notevole abbattimento dei costi iniziali.

Si consideri inoltre l’usura a cui sono soggetti i cornicioni, i pilastri e tutte quelle parti della struttura in cemento e ferro esposte all’umidità: ferro scoppiato e arrugginito, intonaci staccati, finiture corrose. Il legno va trattato annualmente con impregnanti naturali a protezione delle zone esposte alle intemperie, così da evitare danni da corrosione.Senza considerare il colpo d’occhio delle pensilline in legno, o dei solai a vista nelle stanze: non paragonabile!

Ovviamente, con la scelta del legno, faremo anche un grosso favore all’ambiente, vista la progressiva cementificazione di molti paesaggi, spesso meravigliosi, che caratterizzano la nostra penisola.

LA CANAPA E LA CALCE AL POSTO DEI LATERIZI 

La muratura perimetrale, detta di tamponamento, è realizzata con blocchi di canapa e calce idraulica,oppure con un cassero a perdere in magnesite riempito da una miscela di canapa e calce. È una soluzione innovativa che consente vantaggi sia tecnici che abitativi.

Innanzitutto, la miscela di canapa e calce è molto più leggera dei tradizionali blocchi in pomice o in argilla, e ciò consentirà di gravare molto limitatamente sulle fondamenta dell’edificio. Inoltre, il blocco di canapa e calce si può incidere con estrema facilità per posare le varie tubazioni necessarie per la realizzazione degli impianti necessari all’edificio. In particolare, con la tecnica del cassero a perdere, disponiamo di una superficie già liscia sia all’interno che all’esterno, e i tempi per la messa in posa della finitura si abbattono notevolmente.

Anche il confort abitativo ne trae grandi vantaggi, ed è la ragione per cui, soprattutto nel nord Italia, queste tecnologie sono già diffuse. La canapa è un ottimo isolante termico e impedisce la dispersione del calore o del freddo verso l’esterno, ed ha il considerevole vantaggio di facilitare il passaggio dell’umidità delle condense che si formano solitamente in alcuni ambienti della casa, come bagni e cucina. La canapa assorbe l’umidità e la rilascia verso l’esterno. Eviteremo così quelle fastidiose chiazze di muffa che spesso si attacca alle pareti soggette all’umidità prodotta dai vapori. Sostanzialmente, la canapa consente la regolare traspirazione dell’aria mista a particelle d’acqua, lasciando gli ambienti interni salubri e asciutti. È un ottimo isolante anche contro i rumori esterni.

Anche i muri divisori interni sono realizzati con blocchetti di canapa e calce, che offrono grande resistenza e versatilità, nonché garantiscono gli stessi vantaggi dei blocchi utilizzati per l’esterno.

Un’eco casa è completata dagli impianti tecnologici (fotovoltaico, solare termico, riscaldamento) e dalla posa degli infissi in PVC o in alluminio taglio termico.

LE DICERIE SUI COSTI: SONO DAVVERO COSÌ ELEVATI? 

Si potrebbe obiettare che i costi per la realizzazione di un’eco casa solo troppo elevati rispetto a quelli necessari per una casa tradizionale. Invece non è così.

In effetti, il legno e la canapa costano più del calcestruzzo e del ferro. Tuttavia sono notevoli i risparmi ottenuti grazie ai limitati tempi di realizzazione. Per realizzare la struttura in cemento e ferro è necessario molto più tempo rispetto alla posa del legno lamellare. Si consideri che una struttura lignea è pronta già installata in una settimana. Con i materiali tradizionali, è invece necessario molto più tempo, anche per la necessità di far asciugare solai e pilastri, di norma per 15 giorni almeno. Nel frattempo, i lavori dovrebbero essere fermati, e queste perdite di tempo spesso fanno lievitare i costi. Senza addentrarci molto nei dettagli tecnici, possiamo affermare con certezza che i tempi di realizzazione di un’eco casa sono inferiori di un terzo rispetto a quelli necessari per il completamento di un edificio costruito con tecniche tradizionali. E questo consente ingenti risparmi al cliente che compensano, eventualmente, i costi più elevati dei materiali.

I benefici più elevati garantiti da un’eco casa si ottengono soprattutto grazie alla vivibilità degli ambienti, la cui salubrità è sinonimo di salute e benessere.

I particolari realizzativi delle eco case sono numerosi, e saremo a vostra disposizione per qualunque curiosità dovesse emergere dalle vostre riflessioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>